Un giorno ti mancherà tutto questo “niente“ che c’è tra di noi.

Avevo iniziato a scriverti un messaggio, uno di quelli che chi li riceve lo capisce che c’è voluta un po’ di forza per scriverli, uno di quei messaggi che non sono semplici messaggi, sono ammissioni, confessioni, preghiere nascoste tra parole studiate ad arte per non rendersi ridicoli.
Avevo iniziato a scriverti un messaggio, e c’era scritto che non ce la faccio più così, che sta diventando un’ossessione, che questo letto mi ucciderà, che questa tv mi ucciderà, che questa solitudine mi ucciderà, e che non è la solitudine il problema, il problema è che mi sento sola con chiunque, ormai, se chiunque non sei tu.
Avevo iniziato a scriverti un messaggio, ed ero quasi arrivata alla fine, ma poi ho pensato che troppa me stessa in così pochi caratteri potesse essere facilmente fraintendibile, e allora ho cancellato tutto, e il messaggio che ti ho poi effettivamente inviato è diventato leggermente diverso da quello che avevo in mente.
“Sono felice”
Non è che sia una bugia, ma potevo anche stare ferma, mangiare un po’ di cioccolata e risparmiarmi quest’uscita, perché la cosa giusta da scrivere sarebbe stata “Potrei essere felice, se tu fossi con me”. Ma maledetta me, io certe cose non le so dire. Anzi, non le so nemmeno scrivere.

original

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: