Archivio per marzo, 2007

-=|ßåß¡ è tø®ñåtø…§tëÞ|=-

Posted in Senza categoria on 10 marzo 2007 by LadyHawke89

 

Finalmente è uscito nelle sale italiane l’attesissimo "Ho voglia di te", continuo del film "Tre metri sopra il cielo", tratto dall’omonimo romanzo di Federico Moccia. Gia prima dell’uscita di questo film il successo era garantito, grazie sopratutto alla presenza del bellissimo attore Riccardo Scamarcio (nato il 13 novembre 1979, Trani, Italia), nuovamente nel ruolo dal duro dal cuore tenero, Step, Riccardo gia nel ruolo di Step dimostra di essere il ragazzo perfetto, ma in numerose interviste si e scoperto che lui è davvero l’uomo perfetto: simpatico, dolce, generoso, sensibile, l’uomo che tutte vorrebbero. Ma torniamo a parlare dei protagonisti, si riconferma nel ruolo di Babi l’attrice Katy Louise Saunders (nata il 1984, Londra, Regno Unito), ma oltre a queste "vecchie" conoscenze, troviamo anche una newentry Laura Chiatti (nata il 1982, Castiglion del Lago, Perugia, Italia) nel ruolo di Gin, la nuova fiamma di Step, poi abbiamo Filippo Nigro (nato il 3 Dicembre 1970, Roma, Italia) nei panni di Marcantonio e tanti altri ancora.

TRAMA: Tre metri sopra il cielo. È dove gli innamorati vivono le loro emozioni. È dove Step desidera essere ancora. Il tempo è trascorso, e due anni negli Stati Uniti, hanno allontanato i pensieri. Step è a Roma con la paura nascosta di ritrovare i vecchi fantasmi e con il desiderio di andare oltre. Di diventare adulto. Di vivere nuove emozioni, di incontrare nuovi amori. Il successo del primo romanzo di Federico Moccia aveva creato il mito di questa storia adolescenziale, romana, illustrata nel film da Luca Lucini, che era riuscito nell’intento di raggiungere il pubblico più giovane, quello che il primo amore lo stava vivendo. Questo secondo lungometraggio, che ripercorre nuovamente le parole dell’autore del romanzo, co-autore della sceneggiatura, l’ha preso in mano l’iberico Luis Prieto, che è riuscito a dare un taglio ancora più diretto ai giovani, destinati a essere gli spettatori di riferimento. Tutto è quindi più immediato, più televisivo, forse più acerbo del precedente e si comprende quanto sia il contenuto a comunicare più che la forma stessa. È Scamarcio il "physique du role" della situazione, e sono le sue gesta a parlare. La scena di sesso ardita con Laura Chiatti, le canzoni di Robbie Williams, le abitudini malsane dei giovani che si diluiscono nel tempo, gli incontri e i dialoghi leggeri, dipingono un quadro che è vicino a chi ha venti anni e non pensa che il tempo prima o poi passerà. Ho voglia di te, incontra ciò che siamo a quell’età, lo mette in luce con estrema semplicità e ingenuità, e lo colora come un bambino con i pennarelli farebbe su un quaderno. Perché quello è l’unico modo per esprimere le emozioni.

"Ho voglia di te" sequel di "Tre metri sopra il cielo", tratto dal romanzo di Moccia, è stato considerato dagli adolescenti il film più atteso di tutta la storia internazionale di romanzi rosa. Ma a cosa è dovuto tanto successo? Senz’altro al regista spagnolo Luis Prieto, ma l’onore di tanto successo va attribuito all’autore di questa bellissima storia, lo scrittore Federico Moccia, che con delle semplici parole e riuscito a descrivere il complicato mondo degli adolescenti e il loro modo di vivere l’amore. Questo film (ma anche il primo), descrivono tutti gli errori, le crisi, le gioie, le passioni e le lacrime che vivono ogni anno, la maggior parte dei ragazzi, nel periodo che va dall’adolescenza alla giovinezza, quando sono alle prese con i loro primi amori, pronti a gettarsi e a farsi avvolgere dal sentimento più bello e romantico del mondo, aspettando l’arrivo del primo bacio d’amore vero. Ciò si può notare facendo anche un veloce giro in intenet, infatti non si fa altro che notare, diari d’amore, frasi d’amore, poesie d’amore, foto romantiche, cuoricini e lacrime…tutto ciò che riguarda gli adolescenti e la loro passione per l’amore, tutti desiderosi e in attesa di arrivare lassù, dove solo l’amore può portarti, dov’è stato Step e dove anche lui, vuole ritornarci…Ma il merito di tanto successo va anche alla presenza del bellissimo Riccardo e dal suo sguardo verde, sgaurdo che ha fatto innamorare milioni di adolescenti e non solo, chi non lo conosce, ormai in tutte le stanzette, in tutti gli armadi, c’è almeno uno dei suoi poster. Anche qui, come in "Tre metri sopra il cielo" a fare da cornice alla storia di Step e la bella capitale, Roma, con il del Ponte Milvio e i suoi lucchetti, messi li dagli innamorati in modo simbolico per legare il loro amore per sempre, sicuramente dopo la notevole "pubblicità" i lucchetti aumenteranno sicuramente, posti li dai milioni di innamorati provenienti da ogni parte d’Italia, pronti a suggellare il loro patto d’amore, proprio come fa Step con la sua Gineva in "Ho voglia di te". Ma ora, una domanda mi preme, agli adolescenti piacerà la nuova fiamma di Step? o preferivano un ritorno con la sua ex, Babi? Bhe ora non ci resta che andare a vedere il film, vi aspetto tutti nelle migliori sale italiane e lasciatemi un commento sul film o su ciò che avete letto, garzie e buona visione!ora non ci resta che vedere il film, vi aspetto tutti nelle migliori sale italiane e lasciatemi un commento adiacente al film o

Nessuno fa caso all’acqua

che evapora dopo le piogge,

quando torna il sole.

 Poco importa se in quell’acqua

ci sono anche le tue lacrime

spese a piangere per amore,

 per dolore,

l’acqua evapora.

Torna nell’aria e torna nei nostri polmoni,

respirando il vento che ci investe il viso,

 e le lacrime tornano dentro di noi,

come le cose che abbiamo perso.

Ma nulla si perde davvero.

Ogni secondo che passa,

ogni luna che sorge,

non fanno altro che dirti:

 “Vivi, vivi e ama quello che sei,

 comunque tu sia, ovunque tu sia.

 Guarda in alto verso il sole,

 chiudi gli occhi e non stancarti mai di sognare".

 Gin, la vita e troppo breve, per non essere felici. Insieme.

Annunci